Museo Cappuccini Ge

Vai ai contenuti

Menu principale:

Hic sunt leones

Archivio mostre > 2011

Hic Sunt Leones
L'africa nera vissuta dai frati cappuccini

dal 31 marzo 2011 al 4 luglio 2011



Con la locuzione latina  Hic sunt leones nell'antica Roma si indicava quella porzione del continente africano non esplorata e che pareva riservare solo pericolose realtà, una natura selvaggia, minacciosa. Questa breve frase diventa il titolo provocatorio e suggestivo per la mostra che verrà inaugurata il prossimo 30 marzo, presso il Museo dei Beni Culturali Cappuccini di Genova, una sorta di ricostruzione visiva della testimonianza, vivace ed attuale, di chi quell'Africa "misteriosa" l'ha conosciuta, vissuta ed amata ed intende raccontarla, svelandone  i diversi volti.
Attraverso le  parole dei missionari cappuccini si entra nelle realtà quotidiane dell'Africa Centrale, che vengono presentate al visitatore con l'ausilio di moderne installazioni video o filmati  d'epoca, oggetti artistici o utensili, fotografie o riproduzioni scientifico-naturalistiche, nella consapevolezza di ricreare ambientazioni originali, fortemente evocative del mondo, della civiltà e della cultura dei popoli centroafricani.
La mostra si declina in modi accattivanti, talvolta seducenti, per cogliere i diversi aspetti di un universo non riducibile ad una definizione e in cui l'attività missionaria cappuccina ha svolto un ruolo importante attraverso lo sforzo di comprensione, di adattamento e di ricerca di un modus vivendi compatibile ed efficace per la crescita e la valorizzazione di quei lontani ed affascinanti territori, ancora un poco misteriosi per i più giovani cui l'esposizione si rivolge con la proposta di attività didattiche e di percorsi multimediali e laboratori interattivi.

Torna ai contenuti | Torna al menu