Adesso al Museo - Museo dei Cappuccini Genova

Museo
dei CAPPUCCINI
Genova
MUSEO dei CAPPUCCINI Genova
Vai ai contenuti

Adesso al Museo

IN FUGA DA NAZARETH. PROFUGHI DI IERI E DI OGGI
di Massimiliano Ungarelli

Inaugurazione 18 marzo 2022, ore 15.30
Dal 19 marzo 2022 al 12 giugno 2022
Orario:da giovedì a domenica 15.00 - 18.30
Mattino, gruppi e scolaresche su appuntamento

Decisione, Fuga, Paura, Approdo, Meta sono solo alcuni dei titoli delle immagini che realizzano il viaggio dell'artista Massimiliano Ungarelli.
La mostra è costituita da 20 opere più 5 inediti realizzate su pannelli di schegge di legno di scarto accompagnate da una poesia e da un video che il visitatore potrà guardare sul proprio dispositivo scansionando il QRCode.

Fuga in Egitto di Gesù con la sua famiglia, fuga per la vita. La stessa che si ripete quotidianamente e crudelmente tra i profughi sparsi nel mondo.
Così, i volti della famiglia di Nazareth sono estratti da foto di persone vere, veri profughi, perseguitati e poveri del nostro tempo, veri padri e madri che si accompagnano sempre con i propri figli, l’unica reale ricchezza che possiedono. Persone che, nonostante il male che subiscono, manifestano la forza, la bellezza umana e la sacralità della vita.
L’intero lavoro dell’artista è sviluppato su due aspetti fondamentali: lo scarto e la povertà, temi sostenuti dalla scelta dei materiali e dalla tecnica utilizzata per realizzarlo. Perché da scarto e povertà può nascere bellezza, perché Dio non fa scarti. Bellezza certamente fuori dai canoni estetici imposti dalla società dell’immagine in cui viviamo, bellezza imperfetta, come la superficie ferita dei pannelli utilizzati e irripetibile per le loro cicatrici.
Il proposito della mostra è quello di scuotere le nostre coscienze e presentarci il dramma umanitario in atto in tutto il mondo; vuole essere spunto di riflessione sul tema, attualissimo, dei rifugiati e profughi del nostro tempo.
Dobbiamo educare noi stessi a tendere la mano verso l’altro, verso chi chiede aiuto, verso chi è in difficoltà e uscire dalla nostra “comfort zone”.
La mostra, come da nostra tradizione, non avrà biglietto di ingresso, ma saranno disponibili le riproduzioni delle opere dell’astista, il cui ricavato sarà devoluto a favore di un corridoio umanitario in collaborazione con la Comunità di Sant’Egidio e più in generale a favore delle famiglie che stanno vivendo questo dramma.
   
Museo dei Cappuccini di Genova
Viale IV Novembre 5, 16121 Genova
(ingresso da Via Bartolomeo Bosco)
 
Telefono: +39 010 8592759
email: info@bccgenova.org
 sito internet: www.bccgenova.it

Compila per iscriverti alla nostra Newsletter

* indicates required
Torna ai contenuti