Beni Culturali Cappuccini - Museo dei Cappuccini Genova

Museo
dei CAPPUCCINI
Genova
MUSEO dei CAPPUCCINI Genova
Vai ai contenuti

Beni Culturali Cappuccini

CENTRO MULTICULTURALE E DI SPIRITUALITÀ DI SANTA CATERINA
I frati cappuccini liguri impegnati nella cultura e nell’evangelizzazione
Il polo culturale e di evangelizzazione dei frati cappuccini liguri, che comprende Museo, Archivio Storico e Biblioteca Provinciale, è collocato nel complesso conventuale di Santa Caterina da Genova nello storico quartiere di Portoria. La storia del complesso è legata con un filo diretto a quella dell’antico Ospedale di Pammatone che sorgeva proprio lì accanto.
Il convento entro il quale ha sede il polo culturale è stato fondato nel 1488 dal Beato Angelo da Chivasso e dal 1530 circa, tranne brevi pause, è stato abitato dai Frati Minori Cappuccini che prestavano assistenza spirituale agli ammalati nei vicini ospedali di Pammatone e degli Incurabili.
Collegata al complesso conventuale è la Chiesa della Ss. Annunziata di Portoria – Santa Caterina da Genova. La chiesa è rinomata come “il cantiere del Cinquecento genovese” per la ricchezza di opere di maestri della pittura genovese della seconda metà del Cinquecento come Giovanni Battista Castello detto il Bergamasco, Luca Cambiaso, Andrea e Ottavio Semino, Lazzaro e Pantaleo Calvi. A completare questo tesoro di fede e arte, pale e affreschi di pittori rap- presentativi del Seicento e dei secoli successivi, come Domenico Piola, Pietro Raimondi, Giuseppe Palmieri e Aurelio Lomi. Il corpo incorrotto di Santa Caterina è conservato dentro al santuario. Santa Caterina Fieschi Adorno (1447 – 1510), è una figura tra le più alte del misticismo italiano, proclamata santa nel 1737, aveva offerto il suo caritatevole servizio di assistenza agli ammalati presso l’Ospedale di Pammatone.


La storia del Museo dei Cappuccini di Genova inizia nel 1977 con la costituzione del Museo di Vita Cappuccina voluto da Padre Cassiano Carpaneto da Langasco. Padre Cassiano, infatti, nell’arco di dieci anni, visitando tutti i conventi cappuccini del territorio ligure, raccolse un ricchissimo patrimonio di “storia”. Dopo un lungo periodo di restauri nel 2005 nasce un nuovo spazio espositivo, esempio di innovazione e tradizione che rispecchia l’indole popolare dei Cappuccini genovesi, attenti alla sensibilità semplice e profonda della gente di fede, prudenti nei passi da fare, coraggiosi nel proporre ancora oggi i valori cristiani della vita e nel far gustare la gioia della spiritualità francescana.
Il Museo propone, in una continua rotazione, opere di artisti di grande importanza, da autori fiamminghi a maestri dell’arte ligure. Nelle esposizioni tematiche si racconta la vita dei cappuccini nelle diverse forme di testimonianza: i Santi Cappuccini, le missioni, la biblioteca, il lavoro materiale in convento e ogni anno a Natale una mostra dedicata al Presepe.



L’Archivio storico della Provincia di Genova dei Frati Minori Cappuccini (sec. XVI-XX), contiene gli atti riguardanti il governo della Provincia, i rapporti con i conventi, la gestione dei Seminari e degli Studi, l’attività di apostolato interno e nelle missioni estere in Europa, Africa e Sudamerica ed infine la documentazione personale dei religiosi. Sono inoltre presenti gli archivi pervenuti da 28 conventi cappuccini della Liguria, alcuni fondi aggregati di provenienza estranea all’Ordine ed una ricca fototeca in corso di riordino.
L’archivio dispone di un inventario informatizzato comprendente ad oggi circa 2000 schede analitiche. La consultazione è possibile previo appuntamento.

Sede I: Convento di S. Caterina, V.le IV Novembre 5; Sede II: Convento di s. Bernardino, Via Mura di s. Bernardino 15r.
Istituita nel 1603 come biblioteca a uso dei frati della Provincia, nel 2004 con l’adesione al programma SBN del Ministero per le Attività e i Beni Culturali si è aperta alla consultazione esterna, finora usufruita da studenti universitari, studiosi e ricercatori.
Inizialmente ubicata nel Convento della SS. Concezione, ha cambiato nel corso dei secoli diverse sedi prima delle attuali. Il patrimonio librario è stimato intorno ai 130.000 volumi di cui circa 1/4 antico (edito fino al 1830); con circa 300 manoscritti, 142 incunaboli, 3000 edizioni del XVI sec. Non custodisce solo opere di religione e spiritualità, ma anche importanti fondi sulla Liguria, medicina, storia, astronomia, botanica, ecc...
È possibile la consultazione su appuntamento.
Per saperne di più: www.cappucciniliguri.it
CURIOSITÀ Museo
IL PRESEPE MECCANICO DEI CAPPUCCINI
costruito da Franco Curi
Museo dei Cappuccini di Genova
Viale IV Novembre 5, 16121 Genova
(ingresso da Via Bartolomeo Bosco)
 
Telefono: +39 010 8592759
email: info@bccgenova.org
 sito internet: www.bccgenova.it


GLI OGGETTI CURIOSI E LE OPERE D'ARTE
da scoprire al museo
Torna ai contenuti